Blog

Business

Che cos’è la gestione dei casi?

Sans titre (22)

Che cos’è la gestione dei casi?

La gestione dei casi è un insieme di attività coinvolte nel lavoro con un cliente nell’ambito di un modello di gestione dei casi.

Nell’assistenza sanitaria e nel lavoro sociale, i case manager devono prima trovare l’accesso a una persona che desiderano supportare. Quindi devi accedere a ciò di cui ha bisogno il cliente, ciò di cui ha bisogno la famiglia. Devi sapere cosa sta succedendo dietro le quinte con il paziente, se ci sono problemi medici o di salute, in modo da poter fornire il giusto supporto e coordinamento. Devi sapere esattamente cosa sta succedendo con il cliente.

I casi studio di gestione sono esempi reali di passaggi procedurali per affrontare preoccupazioni e problemi che possono sorgere in un luogo di lavoro o in un’organizzazione specifica. Utilizzando casi di studio, studenti e tirocinanti possono applicare concetti teorici a circostanze reali. La maggior parte dei casi di studio sono presentati in un modo che mette il lettore nel ruolo del case manager e deve prendere decisioni che contribuiscono alla soluzione in tutte le fasi di un problema. Quasi tutti i casi di studio richiedono una decisione, anche se tale decisione consiste nel lasciare in pace la situazione e non fare nulla.

Secondo la Commission for Case Manager Certification, la gestione dei casi è definita come un “processo collaborativo che valuta, pianifica, implementa, coordina, monitora e valuta le opzioni e i servizi necessari per soddisfare le esigenze di salute e servizi umani di un cliente”. Le società di gestione dei casi si occupano principalmente della salute, del benessere e del pieno funzionamento del cliente.

Livelli di case management: cosa fa un case manager

Nella gestione dei casi di risarcimento, i case manager non solo lavorano con i lavoratori infortunati e i datori di lavoro nella loro gestione del caso, ma anche con i medici che valutano la causa del danno e creano un piano di trattamento e compagnie assicurative importanti per il rimborso.

rinvii e trasferimenti

La prima fase è l’ammissione del cliente da parte del case manager. Dopo aver ricevuto la segnalazione, i Case Manager ricevono tutte le informazioni sul lavoratore infortunato, le sue cartelle cliniche e i documenti della domanda, comprese le condizioni di salute passate e attuali, il suo stato socio-economico e finanziario, i benefici e la copertura assicurativa sanitaria e molto altro. Nella fase di raccolta delle informazioni, sia telefonicamente che di persona, è fondamentale identificare i bisogni urgenti della persona lesa e iniziare a costruire fiducia e relazione.

Gli infermieri sanitari in loco e al telefono che hanno familiarità con le linee guida per il trattamento medico si occuperanno di tutti gli aspetti medici della richiesta. Per il case manager, il livello iniziale è fondamentale per andare avanti.

valutazione dei bisogni

Nella seconda fase, il case manager esamina i documenti e le informazioni raccolte durante la fase di assunzione e di rinvio. L’obiettivo primario di questa fase è quello di identificare le difficoltà, gli ostacoli ei rischi cui deve far fronte un lavoratore infortunato e le condizioni che hanno portato all’infortunio o alla malattia. Per una riabilitazione di successo, i case manager considerano le comorbilità e le barriere socioeconomiche del lavoratore infortunato. Entro 24 ore, il case manager si mette in contatto con le agenzie necessarie per sviluppare le soluzioni terapeutiche più appropriate ed economiche. Ciò garantisce che la salute del lavoratore infortunato migliori e che possa tornare al lavoro con meno giorni di riposo.

pianificazione della fornitura

La terza fase è fondamentale per il successo o il fallimento di un caso di lavoratore infortunato. Il case manager crea un piano assistenziale completo che affronta le preoccupazioni e le esigenze del lavoratore infortunato dopo aver stabilito obiettivi precisi e obiettivi di assistenza riabilitativa a breve e lungo termine. Il piano orientato all’azione e limitato nel tempo stabilisce anche i trattamenti ei servizi necessari per soddisfare i bisogni individuati nella fase di valutazione dei bisogni. Il case manager esamina tutti i contributi e le approvazioni del cliente, del suo datore di lavoro e dei suoi operatori sanitari durante la creazione del piano di gestione del caso per l’assistenza del cliente o del lavoratore infortunato. Dopo aver determinato i servizi e le risorse richiesti. Il case manager è responsabile dell’assegnazione, della conduzione, dell’organizzazione e della programmazione delle attività e degli interventi di gestione delle cure.

monitoraggio e valutazione

Il case manager valuta e valuta la complessità e l’efficacia del piano di gestione del caso del cliente, il suo impatto sulla salute del cliente, la comprensione da parte del cliente del regime di trattamento e gli esiti delle procedure e degli interventi medici nella fase conclusiva. Viene effettuata una rivalutazione e, ove necessario, vengono apportati miglioramenti e suggerimenti per ulteriori cure. Il monitoraggio dell’infortunato dal momento della dimissione fino al trasferimento in un’altra struttura o assistenza domiciliare è un altro aspetto importante di questa fase. Il case manager, l’infortunato, il loro sistema di supporto e gli altri membri del team sanitario devono comunicare in modo efficace.

Il case manager deve informare il proprio cliente in merito all’assistenza post-transizione e all’assistenza successiva e assisterlo nell’ottenere ausili medici e disabili e con i servizi di trasporto programmati. Durante questo periodo, i Case Manager sono inoltre tenuti a fornire rapporti periodici sullo stato di avanzamento che includono informazioni chiave sul benessere del cliente, sull’assunzione di farmaci, su eventuali problemi o preoccupazioni e su eventuali adeguamenti del piano di assistenza e del programma di ritorno al lavoro.

Esempi di gestione dei casi

Inserimento di nuovi dipendenti

L’inserimento di nuovi dipendenti è una delle attività che richiedono più tempo per le risorse umane. L’inserimento di nuovi dipendenti ha un impatto positivo sul loro coinvolgimento, fidelizzazione e produttività. Tuttavia, quando un’azienda lascia invariata questa procedura, vengono perse importanti sfumature nel processo di assunzione. Il processo di onboarding ha molteplici obiettivi, inclusa la raccolta della documentazione richiesta, la fornitura di risorse e strumenti, formazione e attività contabili.

Con l’aiuto della gestione dei casi, un’azienda può garantire che tutti i requisiti di onboarding siano soddisfatti. Con il software di gestione dei casi, le aziende possono creare liste di controllo e flussi di lavoro e automatizzare attività importanti. Ad esempio, i sistemi di onboarding possono essere automatizzati e integrati nella gestione dei contratti. La firma e l’archiviazione dei documenti online semplifica la conservazione dei registri ed elimina i processi inefficienti come l’archiviazione manuale.

I leader delle risorse umane possono utilizzare la gestione dei casi per verificare se i nuovi assunti si sono adattati, migliorando l’esperienza di inserimento e aumentando la fidelizzazione dei nuovi assunti. I case manager possono anche valutare gli indicatori chiave delle prestazioni e apportare modifiche al processo di onboarding secondo necessità.

Richieste e autorizzazioni

In molte organizzazioni, le parti interessate devono viaggiare molto per ottenere l’approvazione per ordini di lavoro, permessi o per pagare una fattura. Ciò può portare a conflitti e colli di bottiglia nel flusso di lavoro e influire gravemente sulla produttività. Le richieste e le approvazioni vengono velocizzate tramite la gestione dei casi in modo che tutti i soggetti coinvolti siano tenuti al passo. Le parti coinvolte possono comunicare e recuperare informazioni tramite un’unica interfaccia. I documenti online possono essere firmati e conservati.

L’input dell’utente avvia il processo di gestione del caso per le richieste e le approvazioni. La domanda sarà esaminata e firmata dalle parti interessate. Il personale può seguire queste parti interessate per verificare che le richieste vengano elaborate in modo tempestivo. È importante analizzare e migliorare regolarmente queste procedure utilizzando flussi di lavoro chiaramente definiti.

Ad esempio, se un dipendente richiede una settimana di ferie al datore di lavoro, dovrebbe essere sufficiente ottenere l’approvazione del proprio responsabile e/o delle Risorse umane. Nella maggior parte dei casi, i dirigenti come il CEO o il COO non devono essere coinvolti in tali richieste regolari. Le organizzazioni possono utilizzare strumenti come un modellatore di processi per mappare i propri processi e garantire un flusso di informazioni efficace e l’assegnazione delle attività.

Soluzioni per la gestione dei casi

Non sai come risolvere un caso di studio? Ti mostriamo come risolvere un case study in otto passaggi. Esistono alcuni semplici principi per risolvere casi di studio in marketing, risorse umane, finanza, collaborazione, gruppi, programma organizzativo, progetto aziendale e altre aree dell’industria.

1. Leggere attentamente il caso

Prima di tutto, devi leggere attentamente il case study.

2. Impara tutto quello che c’è da sapere sull’argomento.

In una seconda fase, devi familiarizzare con l’argomento.

Acquisisci familiarità con i personaggi e le persone principali coinvolte nel caso.

3. Ottieni un’immagine del problema o dell’obiettivo principale.

Sforzati di comprendere l’affermazione del problema del caso di studio.

Avere un’idea del bisogno, del problema o dell’obiettivo di base del caso di studio.

4. Ripassali di nuovo.

Leggili di nuovo.

Crea un modello del bisogno, del problema o dell’obiettivo principale che dovrebbe essere incluso.

Fatti importanti e relativi al problema e agli obiettivi.

5. Denominare le affermazioni

Elenca le affermazioni che aiutano a definire ulteriormente il problema, gli obiettivi e la natura del problema.

6. Riconoscere il contesto del caso di studio

Annotando approfondimenti, limiti, opportunità, risorse, ecc., puoi comprendere meglio il contesto in cui è ambientato il caso.

7. Un vero problema di vita!

Ci sono situazioni della vita reale per le quali raramente hai tutte le informazioni o il tempo.

8. Una scappatoia e un’ipotesi plausibile

Determinare il divario di informazioni e fare un’ipotesi ragionevole date le circostanze. Dovresti affinare la tua capacità di prendere decisioni legate al tempo.

Che cos’è la gestione dinamica dei casi?

La gestione dinamica dei casi (DCM) è un processo in cui le attività relative ai casi vengono gestite utilizzando la tecnologia per automatizzare e semplificare i vari componenti di ciascun caso. Un caso in questo contesto è una raccolta di informazioni su un problema specifico, ad es. B. una persona, un’azienda, un evento o un problema.

Informatik Aktuell ha affrontato l’argomento in un dettagliato articolo dei due autori Katharina Hersztowski e Matthias Steding, che può essere letto qui.

Ulteriori studi: Certificato di studi avanzati (CAS) – Case Management

Per le persone con esperienza professionale nel campo della gestione dei casi in ambito socio-sanitario con titolo di studio terziario in Svizzera (istituto tecnico, università, ETH, istituto tecnico superiore, esame professionale federale, esame professionale superiore federale) il titolo “Certificato di studi avanzati (CAS) – Acquisire Case Management”. Gli interessati senza titolo di studio possono accedere all’istruzione superiore attraverso una procedura di ammissione standardizzata («sur dossier»).

Leave your thought here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.